ESCLUSIVA ICN: Intervista a Jeppe Brandrup, storica colonna del Lyngby BK

Seguici sui social

Oggi vi propongo la mia prima intervista in assoluto.

Mi trovavo a Copenhagen, avevo creato da un paio di mesi questo sito ed ero a conoscenza del fatto che nell’Hellerup IK giocasse Jeppe Brandrup. Terzino destro affidabile e di talento, ha fatto la storia del Lyngby BK giocando più di 200 incontri con la maglia Kongeblå. Decido di andare quindi al Gentofte Stadion, per la sfida contro il BK Frem. Realizza un grande incontro, il suo “HIK” vince per 1-0 grazie ad un suo assist e con una gentilezza unica, mi concede un’intervista a bordocampo.

ICN: Congratulazioni per la tua prestazione e per l’importantissima vittoria. Normalmente giochi terzino destro ma in questa squadra giochi praticamente ovunque. Hai un tasso tecnico più elevato rispetto a quello dei tuoi compagni di squadra e trovarti a centrocampo è sicuramente un vantaggio per loro. Cosa pensi di questo tuo nuovo ruolo?

JB: Da quando sono sceso di categoria, mi piace restare molto più vicino alla palla e credo che il ruolo di Centrocampista centrale sia quello ideale. Tocco molti palloni, sono sempre nel bel mezzo della lotta, credo che sia il ruolo giusto per me in questo momento.

ICN: La tua è davvero un’ottima carriera. Più di 100 presenze in Superligaen, più di 200 in NordicBet Liga, hai giocato in Europa e l’hai fatto da Capitano con il Lyngby. Qual è stato il più bel momento della tua carriera?

JB: Se devo dirne uno, è il terzo posto in Superligaen con il Lyngby BK nel 2017. É stata una grande performance. Con alcuni dei ragazzi giocavamo insieme da anni. Questa coesione nel gruppo ha dato vita alle più belle prestazioni della mia carriera. Anche il successivo percorso Europeo è stata una grande esperienza, un grande traguardo. Giocare in Russia contro il Krasnodar, che era davvero un’ottima squadra, è qualcosa che considero importante.

Ho vissuto anche qualche grande notte di Champions League ai tempi del FC København ma ero giovanissimo e le ho vissute dalla panchina. Grande esperienza si ma non è la stessa cosa. Non essendo entrato, non mi sentivo parte della squadra.

ICN: Invece qual è stato l’avversario più difficile da fermare nella tua carriera?

JB: É difficile da dire, ho avuto una lunga carriera e sfidato davvero tanti ottimi giocatori. Ho sfidato grandi nomi come Rooney e Cristiano Ronaldo rispettivamente contro Inghilterra e Portogallo, nelle Nazionali giovanili.  Erano davvero forti ma onestamente, quando arrivi a quel livello, tutti gli avversari possono metterti in difficoltà.

ICN: A proposito di Nazionali giovanili, c’è un momento in particolare che vorresti raccontare?

JB: Giocare gli Europei U17 in Danimarca è stata sicuramente una grandissima esperienza. Ai Quarti di Finale contro la Spagna, abbiamo pareggiato 2-2, ma purtroppo abbiamo perso ai rigori. Oltretutto al Lyngby Stadion. In quella partita ho segnato ed ho anche realizzato uno dei rigori. Giocare in Nazionale è sempre un motivo di orgoglio.

Sono scambi come questo che accrescono la mia e spero anche la vostra passione per il Calcio Nordico. Una carriera ricca di grandi sfide e con qualche soddisfazione che sicuramente non dimenticherà. Quella ad esempio era la Spagna U17 di David Silva, Soldado, Borja Valero e Gavilan che vedrà poi stoppata la sua corsa, ai rigori dalla Francia di Clichy e Briand.

Storie, personaggi, momenti, tutto ruota attorno al nostro amato pallone. Nel mio piccolo, farò il possibile per raccontarvi storie che non conoscete o per far riaffiorare ricordi ed emozioni legate a questo sport. Da ogni personaggio si può conoscere ed imparare qualcosa.

Jeppe si è dimostrato un protagonista disponibile e garbato, che mi ha sicuramente aiutato a continuare con passione, il lavoro che quotidianamente svolgo per voi. Una delle tante ragioni per cui lo ringrazio, oltre ad avermi addirittura regalato la maglia, è questo video! Mitico Jeppe Brandrup!

Seguici sui social

About Alessandro Musumeci

28 anni, con il sogno del giornalismo ed un'infinita passione per i Paesi Nordici, vivo in Francia dal 2015. Ho avuto l'immenso piacere di far parte di Mai dire Mondiali 2018 della Gialappa's Band e per questo devo ringraziare soprattutto chi segue da tempo la pagina facebook legata a questo sito. Collaboro inoltre con un'agenzia calcistica in qualità di scout. Si continua a lavorare come sempre, ci sono ancora centinaia di storie da raccontare !

View all posts by Alessandro Musumeci →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *